Pmi, crollano le richieste di credito


Le elaborazioni effettuate sul patrimonio informativo di EURISC – il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF Creditizie che raccoglie i dati relativi a oltre 85 milioni di posizioni creditizie, di cui oltre 9 milioni riconducibili a imprese – confermano anche nel III trimestre dell’anno una posizione attendista da parte delle imprese italiane, con un andamento delle richieste di valutazione e rivalutazione dei crediti in flessione del -3,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, che di fatto ricalca il -3,9 fatto registrare nei sei mesi precedenti. A questo si accompagna anche una significativa flessione dell’importo medio dei finanziamenti richiesti (-4,1%), che relativamente allo specifico trimestre si assesta sul valore più contenuto degli ultimi 6 anni.

A determinare questa dinamica involutiva contribuiscono l’incertezza sul quadro macroeconomico generale e il peggioramento degli indicatori di fiducia.

Entrando maggiormente nel dettaglio, l’analisi condotta da CRIF mette in evidenza il diverso andamento delle richieste da parte delle Imprese Individuali e delle Società capitali, con le prime che fanno segnare un pesante -9,5% non compensato dalla confortante seppur modesta crescita (+1,1%) delle Società. Relativamente alle richieste presentate dalle Imprese individuali va segnalato come volumi così contenuti non si registravano addirittura dal 2012. Va però sottolineato come, nelle fasi di incertezza, siano tipicamente le imprese individuali a reagire ‘di pancia’ adottando un atteggiamento cauto, posticipando impegni finanziari o sostenendoli con capitali propri.

Un’ulteriore evidenza degna di nota che emerge dall’ultimo aggiornamento del Barometro CRIF è rappresentata dal calo dell’importo medio delle richieste, che nel III trimestre dell’anno nell’aggregato di imprese individuali e società si attesta a 69.986 Euro. Si tratta dell’importo medio più contenuto dal 2013 ad oggi.

Nello specifico, le richieste presentate dalle Imprese individuali hanno visto un importo medio pari a 27.469 Euro, in calo del -5,5% rispetto al III trimestre del 2018, dato che rappresenta il valore più contenuto in assoluto degli ultimi 7 anni.

In netta flessione (-6,8%) anche limporto medio richiesto delle Società di capitali, che  si ferma a 95.562 Euro.

Relativamente alla distribuzione per classi di importo, nel III trimestre 2019 quasi un terzo del totale delle richieste (il 32,6% del totale, per la precisione) si concentra nella fascia al di sotto dei 5.000 Euro in virtù del peso preponderante delle richieste presentate da ditte individuali e micro imprese. Le richieste di importo superiore ai 50.000 Euro, invece, arrivano a spiegare più di un quinto dell totale.

0 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
CLAAI NUORO
Associazione Artigiani e Piccole Imprese provincia di Nuoro
ADERENTE C.L.A.A.I
Iscriviti alla newsletter

Indirizzi

Nuoro via Catte 11

Tel 0784 204222

Fax 0784 263508

Email  claainuoro@gmail.com

Pec claainuoro@claaiservizi.it

 

Sedi territoriali

Fonni via marconi 35 

Tel 0784 58648

Fax 0784 589435

Email fonni@claaisardegna.com

Pec claaifonni@claaiservizi.it

© 2020 by Pioneers of Marketing |  Terms of Use  |   Privacy Policy